Cari futuri Spose &, perché no, Sposi, avete deciso di intraprendere il bellissimo percorso che vi porterà sull’altare?? Siete ora alla ricerca disperata di informazioni su quali documenti presentare, dove rivolgersi e in quali tempistiche?? E’ vero, le procedure burocratiche non sono molto romantiche ma purtroppo sono necessarie, quindi ecco qui un elenco di cosa bisogna fare, passo a passo, per arrivare al Gran Giorno tranquilli di avere “tutte le carte in regola”

 

  1. Allora, il Primo passo da fare è contattare l´Ufficio matrimoni per fissare un appuntamento durante il quale dovranno essere presentati i seguenti documenti:

 

  • la richiesta di pubblicazione da parte del parroco o ministro di culto se il matrimonio viene celebrato con rito religioso
  • in caso di matrimonio tra minorenni, copia del provvedimento di ammissione al matrimonio rilasciata dal Tribunale dei Minori, su istanza degli interessati, che devono aver compiuto almeno 16 anni,
  • un documento d’identità valido
  • un modulo da acquistare alla cassa circoscrizionale (il suo prezzo cambia a seconda del tipo di matrimonio che si vorrà contrarre: religioso, civile, celebrato fuori circoscrizione, ecc.)
  • la dovuta marca da bollo.

 

doc-matrimonio-1

2. Il matrimonio, sia civile che religioso, deve essere preceduto dalla richiesta delle pubblicazioni, fatta all’attenzione dell’Ufficiale di Stato Civile del Comune di residenza di uno degli sposi.

 

  • La richiesta della pubblicazione deve farsi da ambedue gli sposi o da una terza persona, che deve però essere munita di delega per poter portare a termine quest’importantissimo incarico.
  • La pubblicazione consiste nell’affissione alla porta della casa comunale di un atto dove si indica il nome, il cognome, la professione, il luogo di nascita e la residenza degli sposi, se sono maggiori o minori di età, e il luogo dove intendono celebrare il matrimonio. Il documento deve indicare anche il nome del padre e il nome e cognome della madre degli sposi, tranne in quei casi in cui la legge vieta questa menzione.
  • Abbiamo detto che la pubblicazione deve quindi essere richiesta nel comune dove uno degli sposi ha la residenza ma viene poi affissa nei comuni di residenza di entrambe gli sposi. Se la residenza non dura però da almeno un anno, la pubblicazione deve essere fatta anche nel comune di quella che era la precedente residenza. Spetterà all’incaricato del comune in cui si fa la richiesta , provvedere a richiedere la pubblicazione agli ufficiali degli altri comuni nei quali questa deve farsi; quest’ultimi dovranno poi ritrasmettere al richiedente il certificato dell’eseguita pubblicazione.
  • E’ importante che vengano calcolati bene i tempi perché l’atto di pubblicazione deve restare poi affisso alla porta della casa comunale almeno per otto giorni, comprendenti due domeniche successive; il Matrimonio non può essere celebrato prima del quarto giorno dopo che la pubblicazione viene fatta.
  • Se il matrimonio non viene celebrato nei centottanta giorni successivi, (Non sarà certamente il Vostro caso!!!) la pubblicazione si considera come non avvenuta ed eventualmente va ripetuto tutto l’iter da capo!!

doc-matrimonio-3

3. Prima di ottenere le pubblicazioni però, gli incaricati del comune dovranno compilare tutti i documenti necessari per legge, e una volta ottenuti, vi contatteranno per fissare la data della promessa di matrimonio (o giuramento).

 

  • Quel giorno gli sposi dovranno presentarsi con un testimone a scelta e un genitore che attesti la non consanguignità tra i due; nel caso i genitori non possano essere presenti dovranno rilasciare una “dichiarazione di non consanguignità”.

 

4. Concluso il giuramento gli sposi potranno finalmente firmare la Richiesta delle Pubblicazioni

 

5. Ultimo, ma non meno importante, nel caso di matrimonio religioso, gli sposi devono presentare al Ministro di Culto il nulla osta al matrimonio rilasciato dall’Ufficiale di Stato Civile che ha fatto la pubblicazione.

 

Infine, piccola parentesi che potrebbe interessarvi se siete cittadini stranieri;  per tutti i cittadini non italiani è infatti necessario richiedere, direttamente all’Ufficio Matrimoni, tutte le informazioni riguardo la documentazione che è necessario presentare per poter fare richiesta di contrarre Matrimonio.

 

Vi lascio a disposizione anche tutte le informazioni di contatto dell’Ufficio Matrimioni per la città di Genova… “che possano esservi utile..”

 

Ufficio Matrimoni-Città di Genova:

Corso Torino 11 – 2° piano

0105576865 – 0105576866 – 0105576867 – 0105576927

Orari: lunedì – mercoledì 8,10 – 15,30  / martedì-giovedì 8,10 – 12,30 / venerdì 8,10 – 13,00 mailto:matrimoni@comune.genova.it

comunegenova@postemailcertificata.it

Responsabile: Sig.ra Dorotea Isola

http://www.comune.genova.it/pages/matrimonio

 

Per qualunque altra informazione potete contattarmi e cercheremo insieme la soluzione ai vostri dilemmi burocratici ❤:

Ilaria Veggi

info@ilariaveggi.com

3930966510